user_mobilelogo

My Tweets

Recensione iPhone 6s Plus Gold - 64 GB

Recensione iPhone 6s Plus Gold - 64 GB

Torno sui miei passi.

Non è trascorso nemmeno un anno da quando tentai il passaggio da iOS ad Android comprando un Samsung Galaxy S6 Flat Gold Platinum da 32 GB di cui ho scritto anche una recensione (clicca).

Ora sono tornato in Apple con l'iPhone 6s Plus.

Non l'avrei mai fatto se non fosse stato per l'offerta "TIM Next". Sono cliente storico di TIM, da quando ancora i telefoni cellulari erano in tecnologia ETACS (clicca). Con l'avvento del GSM passai da ricaricabile a contratto e tale rimasi fino a gennaio 2016. Mi ero però stancato di pagare puntalmente inutili tasse di concessione governativa e soprattutto ero stufo del fatto che non vi fossero MAI offerte interessanti. Alla "modica" cifra di oltre 60€ al mese avevo 700 minuti di conversazione verso tutti, 700 sms e 1GB di traffico internet. Stop! Per avere 2GB dovevo pagare un supplemento di 5€ al mese. Miracolo che mi abbiano regalato fino a fine 2015 il 4G (LTE), cosa che per il quale avrei dovuto sborsare altri 5€ al mese da gennaio 2016 in poi.

Per le ricaricabili, invece, le offerte non si contano; tra tutte, quella che mi stuzzicava, era la TIM Next. 25€ mese con 1000 minuti, 1000 sms, 4GB di traffico; poi, pagando una tantum di 90€ e 25€ al mese tra rata del telefono e relativa assicurazione casco, viene dato un iPhone 6s Plus da 64GB. Il contratto lega per altri 30mesi a TIM, poco male, sono cliente da vent'anni. La figata consiste che al 12esimo, 13esimo e 14esimo mese dopo la sottoscrizione a Next si possono fare tre cose.

  1. Tenersi il telefono e proseguire col contratto.
  2. Rendere il telefono e farsi scalare la rata.
  3. Acquistare il nuovo modello aggiungendo una tantum di 60€.

Facendo un rapido calcolo del costo del telefono in questione (999€, una follia), tenendo conto che mediamente un telefono mi dura 3 anni e calcolando quello che spendevo prima: viene da se che ho sottoscritto il contratto. Alla sottoscrizione mi hanno aggiunto (per sempre) altri 2GB di traffico.

Ricapitolando: con 55€ al mese (che intendiamoci, non sono pochi) mi ritrovo ad avere: 1000 minuti di conversazione verso tutti, 1000 sms (ormai quasi in disuso), 6GB di traffico, 4G (LTE) e un iPhone 6s Plus da 64GB che posso cambiare con il modello successivo dopo il 12esimo mese. La spesa è comunque di una certa consistenza ma mi ritrovo a pagare 10€ di meno al mese rispetto alle precedenti condizioni potendo usufruire di un telefono nuovo ogni anno (o quasi).

Avevo provato il 6s di un amico ed ero rimasto colpito dal 3d touch. Sostanzialmente lo smartphone recepisce i diversi livelli di pressione sul touchscreen restituendo diverse azioni possibili.

Ad esempio, per mandare una mail, basta premere più forte sull'icona della App Mail e si presenta un menu contestuale con 4 voci: lettura posta in ingresso, lettura messaggi in ingresso VIP (casella di contatti ritenuti importanti), ricerca, nuovo messaggio. Oppure all'interno della casella della posta in arrivo possiamo cliccare su un messaggio per selezionarlo, oppure aumentando la pressione ci viene fornita l'anteprima in HTML, cliccando ancora più forte possiamo aprire il messaggio; Apple lo chiama "Peek and Pop".

Utilizzando questa tecnologia possiamo, cliccando sulla App della fotocamera, decidere immediatamente se: scattare una foto, scattare un selfie, girare un video oppure una slomo (Slow Motion).

Con whatsapp possiamo creare una nuova chat oppure effettuare una ricerca mentre con Facebook possiamo: visualizzare il profilo, scattare foto/registrare video, caricare foto/video, scrivere un post.

Una volta abiutati ci si rende conto dell'estrema comodità della cosa.

 

Unboxing

iphone6plusboxDentro la confezione classica e minimalista di Apple, troviamo subito il telefono. Cazzo se è grosso, mi ero da poco abituato ai 5.1" del Galaxy S6 ma questo è ancora più grosso: un 5.5".

Lo avrei voluto Rose Gold, però in magazzino non ne avevano, ho aspettato quasi un mese invano il Rose Gold, ora sarebbero quasi due mesi e non sono ancora arrivati. L'ho quindi preso Gold. Devo dire che è abbastanza tamarro ma le altre due colorazioni (grigio siderale o argento) non mi piacevano molto.

Non solo è grosso, è pure parecchio pesante: 192 grammi ben bilanciati ma molto scivolosi, infatti ho preso subito una cover: una iSkin Claro.

Sotto al telefono si trova la manualistica, gli immancabili stickers e la graffetta per aprire il vano della nanosim. Sotto alla manualistica troviamo gli auricolari in-ear, il cavo usb-lightning e l'alimentatore.

 

Utilizzo

L'iPhone è sempre l'iPhone, c'è poco da fare. Lo avevo scritto anche nella recensione del Galaxy S6.

Innanzitutto il restore dal mio vecchio iPhone 5 è stato perfetto e velocissimo: contatti, calendario (sincronizzato anche con quello di google), apps, mail, suonerie personalizzate. Tutto perfettamente funzionante e con gli stessi set-up che avevo sul 5. Questo sarebbe stato impossibile con Android, a meno di una procedura lunga e non propriamente sicura che prevede tra l'altro il telefono rootato.

La reattività di questo terminale è sconosciuta rispetto a qualsiasi device Android attualmente in commercio (Galaxy S6, Note 5, LG G4, Asus Zenphone, Nexus 6 ecc.) e la durata della batteria mi ha sorpreso: riesco a fare più di due giorni con un utilizzo normale (dal mio punto di vista). Qualche telefonata, whatsapp, altri social, spotify e netflix (in streaming con la Chromecast). Preciso che non gioco mai col cellulare e soprattutto che, sia a casa che al lavoro, posso utilizzare una connessione Wi-Fi.

Insisto nel dire che le App di iOS sono di un altro livello rispetto a quelle Android: ciò è ovviamente dovuto alle restrizioni notevoli che impone la casa di Cupertino.

Altra cosa che mi preme sottolineare è che finalmente anche con iOS si può utilizzare Whatsapp Web, cosa che mi aveva fortemente spinto verso Android a maggio 2015. Unica cosa che non si può ancora fare è utilizzare il telefono come un terminale a cui si possono collegare periferiche di vario genere, come ad esempio una reflex. Altro tabù sfatato da Apple è quello di poter finalmente collegare dei supporti di archiviazione, esistono finalmente anche per iPhone delle chiavette usb/lightning (clicca). Da una parte si collegano via lightning al telefono potendo quindi salvare foto e video; dall'altra si collegano al pc/mac tramite usb.

Ci sono ovviamente delle cose che probabilmente non vedremo mai sui device della mela, come ad esempio la possibilità di caricare i nostri mp3 o i video dai nostri PC tramite filesystem. Chi ci è fortemente abituato è difficile che passerà mai in Apple e sinceramente sono io il primo a sconsigliarlo.

Altra cosa cosa che non vedremo mai su un iPhone, credo, è la possibilità di personalizzazione in profondità come ad esempio l'utilizzo di launcher di terze parti.

C'è da dire però che anche con in vari launcher, Android, perde dal punto di vista delle notifiche. Non si dica che è solo un problema del Galaxy S6 in quanto lo vedo anche nel Nexus 5 di mia madre e nel Sony di mio padre. Ogni tanto, non si sa perchè, su android le notifiche falliscono e il contatore si pianta, persino con le app ufficiali di Google (vedi gmail).

Altra cosa che non mi è mai capitata con iOS è quella delle App che decidono di punto in bianco di usare CPU come se non ci fosse un domani, scaricando la batteria dopo solo qualche ora dalla ricarica. Credevo fosse un problema solo del mio Galaxy, invece, cercando su internet e chiedendo a vari miei conoscenti, la cosa è più frequente di quanto ci si possa aspettare.

 

In cosa è meglio iPhone rispetto al Galaxy S6?

Non considererò le dimensioni, in quanto, per essere "giusto" dovrei confrontarlo con il Galaxy S6 Plus.

Il melafonino vince a mani basse sul touchscreen; il 3d touch è qualcosa di innovativo (finalmente) e porta sia l'esperienza d'uso che l'ergonomia ai massimi livelli. Le App, come già detto, sono estremamente più curate in Apple e la stessa springboard è meglio di qualsiasi launcher abbia mai provato su Android.

Altra cosa stupefacente di iPhone 6s Plus è il comparto video; non tanto la fotocamera in se, ma i video a 1080p @60fps stabilizzati sono un piacere per gli occhi. I video possono essere girati anche in 4k @30fps, oppure sempre in FullHD a 120fps. Ci sarebbero anche i 240fps ma solo a 720p. In questi casi la compressione è evidente ma sempre meno rispetto al Galaxy S6 che soffre anche di alcuni microscatti nella stabilizzazione. Anche ad ISO elevati, il video su iPhone 6s è meno rumoroso.

Di seguito un video che mette a confronto i due smartphone. I video sono girati in contemporanea, la prima parte è girata con l'iPhone, la seconda col Galaxy.

Il comparto audio dei telefoni Apple è stato sempre notevole, non parlo dello speaker del vivavoce, ma proprio del DAC (Digital - Analogic - Converter) a bordo. Gli stessi auricolari in-ear Shure che su iPhone suonano divinamente, sul Galaxy fanno cagare; ma fanno cagare anche su Nexus 5. In questo caso, anche lo speaker vivavoce è nettamente migliore rispetto a quello di Samsung, per la prima volta, si riescono a sentire le frequenze basse.

La durata della batteria è incredibile, non superavo i due giorni dai tempi del mio vecchio Nokia 8210.

Il nuovo Touch ID è una bomba. Il riconoscimento delle impronte digitali è immediato, mai un'incertezza, cosa che su Samsung capita sovente. Non faccio in tempo a cliccare il tasto home che immediatamente il telefono è sbloccato. Davvero impressionante.

Chiusura del sistema; la famosa "gabbia dorata" di Apple limita molto le possibilità del device, ma allo stesso tempo ne rende l'utilizzo sicuro e solido; a patto ovviamente di sottostare a regole molto stringenti.

 

In cosa è meglio Galaxy S6 rispetto all'iPhone?

Il display AMOLED di Samsung è un piacere per la vista, sia dal punto di vista dello sharpening che dal punto di vista della risoluzione. iPhone ha un FullHD su 5.5" mentre Galaxy S6 vanta una risoluzione 2k su un display da 5.1". AMOLED ha dalla sua dei neri perfetti, i bianchi virano leggermente sul bluastro mentre il bianco dell'IPS è più fedele. Tra i due preferisco mille volte l'AMOLED.

La fotocamera del Samsung è incredibile, le foto scattate sono a livello di una ottima compatta di qualche anno fa. Non c'è proprio gara con quella di iPhone; Samsung vince a mani basse.

Lo smartphone coreano vince anche per la leggerezza (davvero un peso piuma per quelle dimensioni) e per l'ergonomia. iPhone 6s Plus (ma anche quello normale), coi suoi bordi arrotondati, ha una certa tendenza a scivolare di mano, non proprio una bella cosa.

Apertura del sistema; con Android si può fare virtualmente tutto quello che si vuole come ad esempio pilotare una reflex collegata direttamente allo smartphone senza utilizzare accrocchi scomodi e costosissimi, oppure usare il device come "mezzo di backup di foto mentre si è in viaggio" (clicca). Di contro questo porta ad un controllo minore sulle singole App e a problemi di drenaggio batteria come scritto qualche riga sopra.

Proprio per questo motivo, nei miei viaggi, porterò con me il Samsung.

 

Conclusioni

Se non fosse stato per l'offerta TIM non avrei mai speso tutti quei soldi per un telefono in una volta sola.

A mio avviso, anche se preferisco di gran lunga iPhone a tutti gli altri terminali, quei soldi non li vale mai. Sono davvero troppi. Il fatto poi di aver eliminato il taglio da 32GB (che secondo me era perfetto) per "obbligarti" a farti spendere di più per la versione da 64GB (quella da 16 non la prendo nemmeno in considerazione visto che secondo me è l'unica che avrebbe avuto senso eliminare) lo trovo inaccettabile.

Di contro, a mio avviso, iPhone 6s Plus è quanto di meglio attualmente ci sia sul mercato.

Se volete uno smartphone affidabile, con un'interfaccia eccezionale, veloce, con una buona fotocamera, un comparto video eccellente e anche molto bello... beh, questo fa per voi, a patto di alleggerire di parecchio il portafogli per chi lo volesse prendere direttamente dallo Store Apple. La spesa diventa invece affrontabile grazie alle molte offerte dei grandi operatori di fonia mobile: TIM, Vodafone, 3 e Wind.

Se invece non gradite la "gabbia dorata" degli smartphone Apple, allora statene alla larga, in giro potete trovare delle valide alternative per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Sono contentissimo di essere tornato in Apple, finalente mi sento "a casa". Alle dimensioni generose del display ci si abitua subito. E' come passare da una TV 32" ad un 50"; all'inizio ci sembra fin troppo grande, poi ci si abitua e non si torna più indietro.

Non venderò però il mio Samsung Galaxy S6 in quanto mi torna comodo nei viaggi per i motivi precedentemente trattati.

Purtroppo il telefono "fine di mondo" ancora non è stato inventato e forse non lo vedremo mai.

Recensione iPhone 7 Plus Jet Black - 128 GB
Recensione Samsung Galaxy Multi Connection Kit

Related Posts

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Friday, 22 September 2017

Captcha Image

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies.

 

This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.