user_mobilelogo

RSS Feed

Dal Blog

09 February 2017
Tecnologia
Grazie all'opzione Next che ho stipulato con TIM poco più di un anno fa sono potuto passare, dopo un...
130 Hits
09 February 2016
Tecnologia
Torno sui miei passi. Non è trascorso nemmeno un anno da quando tentai il passaggio da iOS ad Androi...
937 Hits
25 January 2016
Fotografia
Viaggi
Tecnologia
Una delle cose che mi preme maggiormente quando sono in viaggio è sicuramente il backup delle foto e...
612 Hits

Latest Events

No events

La città dei pescatori

Prima di lasciare Marrakech visitiamo i Giardini Majorelle, costruiti da un artista Francese da cui prendono il nome. Questi giardini sono una piccola oasi di pace, davvero bellissimi, tanto che che il noto stilista-artista Yves Saint Lauren ha deciso di far conservare le sue ceneri proprio in questo posto.

Anche il viaggio verso Essaouira si dimostra abbastanza lungo. Arriviamo in questa piccola cittadina di pescatori e subito sentiamo il profumo dell'oceano che la bagna. La medina è molto piccola ma confina ad ovest sui bastioni che danno a picco sull'oceano. C'è abbastanza vento e l'oceano è mosso. Grandi onde si infrangono sugli scogli ma questo non impedisce a dei ragazzini di buttarsi in mare da uno scoglio appena più riparato dentro ad una piccola laguna.

Il porto è base dei pescherecci che ogni mattina portano il carico di pescato fresco fresco pronto da vendere al mercato o ai ristoratori.

Vicino al porto ci sono le bancarelle che fanno da mangiare il pesce fresco, ma stavolta ci facciamo fregare come i polli.

Il pesce che ci mostrano non sarà il pesce che mangeremo, poco dopo pranzo mi sento male e scappo nel Riad. Fino ad ora era andato tutto fin troppo bene, non ero mai stato male. Mi prende il mal di stomaco e la mia ormai immancabile febbre che mi costringe tutto il resto del giorno a letto e anche tutto il giorno dopo. Mi perdo purtroppo l'arrivo dei pescherecci all'alba e la giornata al mare. Fortuna però che rimaniamo due giornate altrimenti sarei stato male in pulmann. Pericolo sventato.

L'antibiotico intestinale che ho preso fa il suo effetto e grazie alla cura degli infiniti medici del gruppo mi riprendo per la mattina dopo, sarà il nostro ultimo giorno prima della partenza.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies.

 

This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.