user_mobilelogo

RSS Feed

Dal Blog

09 February 2017
Tecnologia
Grazie all'opzione Next che ho stipulato con TIM poco più di un anno fa sono potuto passare, dopo un...
2775 Hits
09 February 2016
Tecnologia
Torno sui miei passi.Non è trascorso nemmeno un anno da quando tentai il passaggio da iOS ad Android...
2977 Hits
25 January 2016
Fotografia
Viaggi
Tecnologia
Una delle cose che mi preme maggiormente quando sono in viaggio è sicuramente il backup delle foto e...
1812 Hits

Latest Events

Fri Apr 06 @08:00 -
Festa dei maestri di sci di Moena

La Valle della Morte

Lone Pine è un piccolo paesino che conterà forse 2000 abitanti (1655 secondo Wikipedia che prende spunto dal censimento fatto nel 2000), è situato ai piedi delle Alabama Hills, montagne famose per essere state scenografia di molti western anni '60 e '70. John Wayne era di casa da queste parti. La guida Lonely Planet ci consiglia di mangiare al ristorante Mt. Withney, tipico ristorante americano famoso per il suo Hamburger di Bufalo. Io provo quello di Bisonte, ed è davvero squisito, ora capisco perchè li hanno sterminati ;)

Alle pareti del ristorante sono appese foto incorniciate di vecchi attori dei film western che sono passati di lì. Dormiamo in un Best Western, Lone Pine non offre poi molto, non ci è andata male, posto onesto e non caro.

Ci svegliamo molto presto perchè non vogliamo attraversare la Death Valley in pieno giorno, anche se la nostra macchina è nuova vorremmo evitare di surriscaldarla. Saliamo nel SUV poco dopo l'alba. Prima di scendere a Panamint Springs ci fermiamo ad ammirare la valle sottostante: Panamint Valley. Sembra quasi la prima discesa delle montagne russe: giù in picchiata per poi risalire. Così attraversiamo Panamint Valley; poche miglia dopo un altro spettacolo ci attende. Sono circa le otto del mattino quando scendiamo dal SUV e ci facciamo due passi addentrandoci dentro le Sand Dunes, il termometro segna 38°C. Il sole picchia già a quest'ora, non voglio immaginare a mezzogiorno cosa può essere. Ci sono altri due posti nella Death Vally che vogliamo visitare. Il primo è a poche miglia dalle Sand Dunes, dopo il paese di Furnace Creek. Il maestro Michelangelo Antonioni girò uno dei suoi capolavori proprio in questa località della Death Valley: Zabriskie Point.

C'è un piccolo parcheggio dove poter lasciare la macchina e una piccola stradina in salita porta al View Point su Zabriskie. Siamo solo noi, come direbbe Vasco. Il silenzio è assordante, non c'è vento, non c'è nessuno nel raggio di miglia; se sussurriamo ci sentiamo a metri di distanza. I colori giallo, ocra, marrone, rosso, arancio, nero, grigio e bianco delle conformazioni rocciose di Zabriskie contrastano con l'intenso blu del cielo. Non resisto alla tentazione e corro tra una collina e l'altra, come facevano i protagonisti del film. Il silenzio è interrotto solo dai nostri passi e dalle macchine che percorrono la interstate poco distante. Il caldo si fa davvero intenso, non ci si rende conto perchè è secchissimo e credo ci sia un tasso di umidità pari allo 0%, ma la pelle scotta.

L'ultima deviazione che facciamo è a Dante's View, un viewpoint a circa 1600 metri sulle montagne che dominano Badwater, la depressione della Death Valley. Badwater è un bacino endoreico, si trova 86 metri sotto il livello del mare ed è il punto più "basso" di tutto il Nordamerica. Perchè Dante's View? Riporto esattamente quanto contenuto su Wikipedia:

"Nell'aprile del 1926, alcuni sovraintendenti di finanza della Pacific Coast Borax Company e uomini d'affari della ferrovia informati del potenziale turistico della Valle della Morte, stavano cercando una posizione con la migliore vista sulla Valle della Morte. Avevano quasi scelto Chloride Cliff nelle Funeral Mountains quando l'aiuto sceriffo di Greenwater, Charlie Brown li portò su questo picco a poca distanza sulle Black Mountains. Il gruppo immediatamente si convertì e chiamò questo punto Dante's View.

La terrazza Dante's View, a metà fra terra e cielo, è come una terrazza del Purgatorio, dunque il Devil's Golf Corse rappresenta il fondo dei gironi dell'Inferno e Telescope Peak è la settima e ultima terrazza del Purgatorio prima delle sfere del Paradiso."

Sulla strada per Dante's View vedo per la prima volta i Roadrunner, dei piccoli pennuti che nonostante siano in grado di volare preferiscono spostarsi "correndo" e lo fanno molto velocemente.

E' con la veduta dalla terrazza di Dante che abbandoniamo la Valle della Morte, destinazione Las Vegas.

Prima di arrivare a Vegas però ci lasciamo scappare un crocevia interessante sulla interstate, quello che porta all'Area 51.

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE ti informiamo che questo sito utilizza cookie propri tecnici e di terze parti per consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
Se proseguo nella navigazione, cliccando su un qualunque elemento posto all’esterno di questo banner, acconsento all’installazione dei cookies.

 

This site uses cookies. By continuing to browse the site, you are agreeing to our use of cookies.